L'offerta di case in vendita a Napoli è diminuita del 4,7%, in provincia di Napoli il calo è stato del 7%

2' di lettura 27/04/2022 - L'offerta di case in vendita in Italia è diminuita del 2,8% durante il primo trimestre del 2022, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. A dirlo uno studio pubblicato dal Centro Studi di idealista, portale leader per sviluppo tecnologico in Italia.

Ecco il dettaglio: CAPOLUOGHI - La maggior parte dei capoluoghi di provincia italiani (72 sui 104 monitorati) presentano meno abitazioni in vendita rispetto ad un anno fa, con un picco del 29% de L'Aquila che precede altri 13 mercati che hanno registrato una contrazione dello stock superiore al 20 per cento. Altri 26 centri con cali a due cifre sono racchiusi nella forbice che va dal -19,3% di Modena al 10,1% di Lodi; nella fascia inferiore 32 città segnano cali che vanno dal 9,8% di Siracusa e lo 0,3% di Campobasso. I grandi mercati dove l'offerta di abitazioni è calata maggiormente negli ultimi 12 mesi sono stati Roma (-10,7%), Torino (-8,8%) e Palermo (-7,7%); più contenute le diminuzioni di Napoli (-4,7%) e Firenze (-3,1%); in controtendenza Venezia (13,1%), Genova (9,8%), Bari (5,2%) e Milano (2,1%) vedono crescere lo stock rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Oltre a queste città, lo stock in vendita è lievitato in altri 28 capoluoghi, la metà dei quali registrano balzi a 2 cifre - i maggiori a Macerata (28%) e Alessandria (27,3%). Il resto dei centri ha visto una crescita dell'offerta abitativa a una sola cifra, dalla succitata Genova, ai mercati che hanno visto incrementi marginali come Vibo Valentia (0,6%), Como (0,4%) e Teramo (0,3%). Errori nel campione non hanno consentito di effettuare l'analisi statistica di Rovigo e Vercelli.

PROVINCE - A livello provinciale la riduzione dello stock tocca 61 delle 105 macroaree rilevate (il 58% dei mercati); è cioè meno estesa rispetto ai mercati cittadini. I maggiori ribassi toccano a Trieste (-27,4%), seguita da Isernia (-23%), Bologna (-20,7%) e Bolzano (-20,4%). Cali a due cifre per altre 18 province comprese tra il -18,3% di Livorno e il -10,1% di Lecco. In provincia di Napoli il calo è stato del 7%, a Roma del 4,6%, mentre a Milano l'offerta abitativa è in crescita del 3,3%. Cosenza (25,5%), Alessandria (24,7%), Crotone e Reggio Calabria (entrambe a quota 20,6%) e Vibo Valentia (20,1%) sono le città dove l'offerta abitativa è cresciuta di più nell'ultimo anno. Altre 6 macroaree segnano incrementi a doppia cifra dal 19,9% di Cremona al 10,8% di Catanzaro. Altri 33 mercati sono racchiusi tra il 9,5% di Como e lo 0,1% di Venezia.






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 27-04-2022 alle 10:29 sul giornale del 28 aprile 2022 - 106 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c3Ya





logoEV