Ascolese (Tsrm Pstrp): "Abbiamo ottenuto l'impegno di condurre in porto l'assunzione di diverse unità di personale per i 19 profili afferenti al nostro ente"

2' di lettura 16/04/2022 - "Con le direzioni generali dei policlinici in ripetuti tavoli con i Rettori e le Scuole di medicina, e con il suggello della Regione, abbiamo finora ottenuto l'impegno di condurre in porto l'assunzione di diverse unità di personale per i 19 profili afferenti al nostro ente, dando spazio anche alle figure dirigenziali e così rispondere alle esigenze della didattica e dell'assistenza. Ora, in un analogo percorso si profila lo stesso iter nelle 7 Asl e negli 11 ospedali della Campania".

Così in una nota il presidente dell'Ordine delle professioni sanitarie Tsrm Pstrp, Franco Ascolese, interviene in merito alle assunzioni e al reclutamento in vista per le professioni sanitarie in Campania. Dopo i due policlinici, quello della Vanvitelli e della Federico II, ora toccherà anche alle aziende sanitarie, ad Asl e ospedali.

"Più volte in Campania la necessità di attuare la legge e sciogliere questo nodo- prosegue Ascolese- è stata portata all'attenzione delle istituzioni in sede sindacale, del Consiglio regionale e della giunta di Palazzo Santa Lucia. Va dato atto al governatore Vincenzo De Luca di aver personalmente espresso, anche di recente e in occasioni pubbliche, questa necessità accogliendo ora le nostre richieste avanzate a più riprese nell'ultimo anno. I tempi, dopo il superamento dell'emergenza Covid, sono maturi per questo atteso cambio di passo e dobbiamo ringraziare tutti per quanto fatto, ognuno per il suo ruolo e la propria specificità, per portare a compimento questo obiettivo comune".

Presto dunque le professioni sanitarie, tecnico-sanitarie, della riabilitazione e della prevenzione e quelle degli altri profili interessati, come ostetriche e infermieri, avranno i loro dirigenti all'interno delle piante organiche delle aziende ospedaliere sanitarie della Campania. Gli atti aziendali andranno ora rinnovati alla luce del mutato scenario dettato dal Covid, dalle nuove esigenze assistenziali e di cura e anche in funzione degli investimenti pianificati con le misure del Pnrr.

"In questo ambito- conclude Ascolese- va sottolineato che nella costituenda rete degli ospedali e Case di comunità c'è l'esigenza di dare spazio, ruolo e funzioni anche a tutti i 19 profili afferenti al nostro Ordine, che svolgono un insostituibile ruolo nelle cure di prossimità. Ora attendiamo che Asl, come la Napoli 1, che sin dall'epoca pre-Covid avevano avviato con atti e delibere questo processo, diano piena attuazione alla linea politica tracciata dalla Regione".






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 16-04-2022 alle 17:31 sul giornale del 19 aprile 2022 - 113 letture

In questo articolo si parla di attualità, agenzia dire

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/c157





logoEV
qrcode