SEI IN > VIVERE SALERNO > CRONACA
articolo

Bancarotta e riciclaggio, due arresti e sequestri per 1,5 milioni di euro

1' di lettura
22

Una indagine della guardia di finanza e della procura di Salerno ha portato all'arresto (ai domiciliari) di due persone, una delle quali residente in Spagna, accusate dei reati di bancarotta fraudolenta, riciclaggio e autoriciclaggio.

Oltre alle misure cautelari, emesse dal gip del tribunale di Salerno su richiesta della locale Procura, è stato eseguito il sequestro di beni e denaro per oltre 1,5 milioni di euro. Le persone indagate nell'inchiesta sono in tutto 14. Al centro dell'inchiesta gli amministratori della Bushop srl, società operante nella vendita online di prodotti informatici, che secondo l'accusa avrebbero cagionato dolosamente il fallimento della società, oltre a distrarre il patrimonio aziendale.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la Bushop avrebbe richiesto alla società Nexi 3319 richieste di storno presentate dai clienti a causa della mancata consegna di beni precedentemente venduti,per un totale di oltre 800 mila euro. La Nexi aveva provveduto a riaccreditare le somme sulle carte di credito dei clienti che avevano effettuato gli acquisiti e richiesto il rimborso, senza ottenerlo per incapienza patrimoniale della Bushop.

Secondo l'accusa, la società avrebbe disposto delle somme ricevute dai clienti attraverso plurimi bonifici ad altri soggetti senza valide ragioni economiche. Di fronte alla insolvenza della società la procura aveva chiesto e ottenuto dal Tribunale la sua liquidazione giudiziale, all'esito della quale è stato ipotizzato il reato di bancarotta fraudolenta documentale, patrimoniale ed impropria.



Questo è un articolo pubblicato il 24-04-2024 alle 16:49 sul giornale del 26 aprile 2024 - 22 letture






qrcode