Pro Loco di Acerno

Via Raffaello Sanzio, 41, Acerno, SA, Italia

Sito Web

089.869395; 339.5741954

La Pro Loco di Acerno venne costituita con rogito dell’8 Luglio 1971 del dott. Umberto Giuliano, Notaio in Giffoni Valle Piana, con n. 46213 di repertorio e 2576 di raccolta.

A seguito di inerzia gestionale, nel 1975 l’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno nominò il dott. Donato Vece commissario straordinario; a seguito di ripetute votazioni negli anni successivi lo stesso ricoprì l’incarico di Presidente e tanto fino al 2001.

Dal 1975 ad oggi l’Associazione, oltre a darsi un’efficiente organizzazione interna, ha realizzato iniziative ed attività promozionali per la crescita culturale ed il rilancio turistico di Acerno; alcune di queste hanno lasciato un segno indelebile, basti ricordare la pubblicazione “Alta via dei Monti Picentini” tanto per citare la più importante ma anche la più conosciuta.

L’alta Via dei Monti Picentini è formata da un sistema di percorsi che si sviluppano per circa 250 Km. e collegano 14 paesi, inerpicandosi sulle cime più alte del sistema toccando sorgenti, strade antiche e grotte, comprende tre assi portanti con relativi collegamenti a valle e un certo numero di escursioni a “circuito” (partenza ed arrivo allo stesso posto).

A detta della stampa specializzata la creazione di una simile rete di sentieri è stata la prima del genere compiuta nel Meridione d’Italia.

Proprio ad Acerno, grazie all’opera della Pro Loco, in collaborazione con le altre Associazioni ambientaliste – in primo luogo il C.A.I. – ha portato alla ribalta un modello di sviluppo diverso e corretto che ha aperto la strada all’istituzione del Parco Naturale di cui l’escursionismo è una parte importante.

Ha concorso attivamente alla redazione della Carta dei Sentieri dei Monti Picentini, realizzata con il C.A.I. – sezione di Salerno, con il patrocinio della Provincia di Salerno e quella di Avellino; la Carta, partendo dall’Alta Via dei Monti Picentini (pubblicata dalla Pro loco di Acerno nel luglio 1986) ne ampliava i percorsi fino alle colline salernitane.

Degne di nota furono le iniziative per l’inserimento di Acerno nella L.R. n. 37/87 “Istituzione delle Aziende di Promozione Turistica”. Inserita in un primo momento nell’A.P.T. dell’Alta Irpinia, con sede a Sant’Angelo dei Lombardi, a seguito degli interventi di sensibilizzazione dei Consiglieri Regionali da parte della Pro Loco, Acerno venne inserita nel suo Ambito Turistico Naturale, cioè nell’A.P.T. di Salerno.

Va ricordato, inoltre, che dal 4 Aprile 1989 l’Associazione ha promosso e ospitato il Comitato Promotore per l’istituzione del Parco dei Monti Picentini.

Il comitato annovera le associazioni Pro Loco di Acerno, WWF – Sezioni della Valle del Sele, Avellino e Salerno; C.A.I. – Sezione di Salerno; Lega per l’Ambiente, Comitato Regionale Campania e Circolo “La Poiana” di Lioni (AV); ASOIM, ENPA – Sezione di Avellino; Lipu – Sezione di Salerno; Soprintendenza per i Beni Ambientali Architettonici Artistici e Storici di Salerno e Avellino.

Determinante fu l’azione dell’Associazione per permettere anche ad Acerno sin dalle prime trasmissioni la ricezione dei Canali televisivi a carattere Nazionale “Canale 5, Italia 1 e Retequattro.

Infine , va segnalata la defatigante attività del sodalizio per l’acquisizione al demanio della Provincia di Salerno della ex Colonia Montana delle Ferrovie dello Stato (2001).

L’ultima, ma solo in ordine di tempo, è l’iniziativa per una proposta di un Parco Agro – Alimentare dei Picentini da allogare nella ex Colonia Montana presentata al convegno tenutosi il 05/11/2006 in occasione degli incontri autunnali (Sagra della Castagna giunta alla 32^ edizione) da cui è scaturito il Protocollo di Intesa tra la Provincia di Salerno e l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli (deliberazione di Giunta Provinciale n. 332 del 18/07/2007) e relativa sottoscrizione nel convegno di approfondimento della materia del 04/11/2007.

Inoltre, l’associazione, durante tutto l’anno svolge manifestazioni varie quali: carnevale nei Picentini, giornata del paesaggio, festa della mamma, raduno di montain bike e parapendio, escursioni, spettacoli, manifestazioni ecc., oltre alla partecipazione a mostre e fiere a livello nazionale ed internazionale per il tramite dell’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno e la Camera di Commercio di Salerno, senza trascurare la creazione della biblioteca dell’Associazione con circa 1200 volumi e l’ufficio informazione aperto sei giorni a settimana domenica e festività incluse.

La Pro Loco di Acerno è stata tra le fondatrici dell’U.R.P.L.I. Campania, aderente all’U.N.P.L.I. – Unione Nazionale Pro Loco d’Italia.

Dal 1981 la Pro Loco è associata all’U.N.P.L.I. ed ospita la sede del Comitato Provinciale U.N.P.L.I. di Salerno. E’ stata accreditata quale sede di Servizio Civile e partecipa all’attuazione di progetti da realizzare con i volontari del Servizio Civile Nazionale.

Dal 2002 ad oggi sono stati impegnati numerosi volontari. Un ulteriore impegno dell’Associazione per la promozione del territorio con l’utilizzo delle risorse locali.

E’ iscritta al registro nazionale delle Associazioni di promozione sociale ai sensi e per gli effetti della Legge 7 dicembre 2000 n. 383 con il numero 56 Decreto n. 26/II/2008.

Con la ricostituzione dell’Associazione è stata poi istituita la Sagra della Castagna: memorabile quella dell’anno 2005.

Da sempre la Pro Loco, oltre a svolgere il consueto lavoro di informazione e promozione, ha promosso l’immagine della cittadina attraverso la realizzazione di depliant, poster e pieghevoli, quali il depliant di Acerno, Acerno nel verde ed il pieghevole su Acerno.

Visitato 249 volte, 1 Visit today

Postato in Associazioni