Santuario della Madonna delle Grazie

Via Madonna delle Grazie, Acerno, SA, Italia

Il Santuario della Madonna delle Grazie è situato ad est della città, fu edificato sotto l’episcopato di Monsignor Serrano, che governò la nostra Chiesa dal 1613 al 1636, dalla devozione di alcuni fedeli, sotto il doppio titolo di Madonna delle Grazie e dell’Immacolata, dei quali solo il primo è rimasto, con cui il popolo sempre l’ha appellato e l’appella.

Il Santuario è una chiesetta comune, molto semplice artisticamente, rifatta diverse volte, con due altari, uno abbastanza maestoso in marmo, dedicato alla Santissima Vergine, l’altro in fabbrica, dedicato a S. Anna.

Possiede un quadro della Vergine di cui si ignora l’autore e l’epoca di stile greco, come può rilevarsi dal fatto che la Vergine sostiene il Bambino sul braccio sinistro, essendo risaputo che presso i Greci la sinistra, come mano situata nella regione del cuore, era ritenuta più nobile della destra. Il volto della Vergine ha lineamenti dolcissimi, spira tutta la graziosa maestà di una regina congiunta all’infinita tenerezza di una madre.

La chiesa danneggiata dal sisma del 1980, fu una delle prime ad essere restaurata e aperta al pubblico e senza l’intervento dello Stato. 

A partire, infatti, già dagli anni antecedenti il terremoto, sono stati rifatti il tetto, la sagrestia, il portone d’ingresso, la porta della sagrestia, l’impianto elettrico e di amplificazione, la ripitturazione, il restauro dei due altari, l’intonaco della “facciata esterna”, sono state ricostruite le mura di sostegno lungo la strada per Calabritto.

L’interno della Chiesa non presenta elementi di particolare rilievo l’immagine della Madonna è una copia fotografica del “quadro” trafugato molti anni fa, una copia del quadro originale su legno viene portata in processione durante la ricorrenza della festività. 

Oggi il Santuario, soprattutto nel mese di maggio, è meta di pellegrinaggi.

Visitato 314 volte, 1 Visit today

Postato in Chiese e Santuari