Parco Regionale dei Monti Lattari

Parco Regionale dei Monti Lattari - Salerno

Sito Web

081.930247

L’Ente Parco Regionale dei Monti Lattari è l’organismo di gestione del Parco, preposto alla tutela istituzionale attiva del patrimonio dei valori e delle vocazioni dei Monti Lattari.

Istituito il 13 novembre del 2003, con Decreto del Presidente della Giunta Regionale della Campania n. 781, – in ossequio alla Legge Regionale n. 33 del 1 settembre 1993 e s.m.i. e in conformità ai principi della Costituzione Italiana e alle disposizioni generali della Legge n. 394/1991-, l’Ente riveste un ruolo cerniera tra i due versanti della Penisola sorrentino-amalfitana.

Il Parco Regionale dei Monti Lattari copre una superficie di circa 160 Kmq e abbraccia l’intera penisola sorrentino-amalfitana con le sue vette più alte di Sant’Angelo a Tre Pizzi e Monte Faito. L’area è fisicamente delimitata dal mare del Golfo di Salerno, dal piano Nocerino-Sarnese e dal mare del Golfo di Napoli e comprende alcune delle più suggestive località turistiche della regione, come Positano, Amalfi e Ravello.

Il suo territorio è ricco di emergenze turistico-patrimoniali e disseminato di importantissimi centri storici, testimoni di una presenza fortemente radicata dell’uomo, ma anche di peculiarità ambientali che si esplicitano in un’intima unione tra due elementi apparentemente in contraddizione: la montagna e il mare. Un’unione che intimamente colpisce e affascina milioni di turisti e viaggiatori. Il Parco Regionale dei Monti Lattari è assolutamente peculiare, così particolarmente incastonato tra monti e mare da rappresentare, nella sua meravigliosa molteplicità, un unicum di rara bellezza.

Il paesaggio vegetale dei Monti Lattari si può suddividere schematicamente in tre gruppi: sul mare e sui versanti meglio esposti predominano il carrubo e l’olivastro; nella fascia intermedia prevalgono il leccio, l’orniello, la roverella e arbusti come il corbezzolo e l’erica; alle quote maggiori abbondano il castagno e l’ontano, ma anche il carpino, il frassino e il faggio. Inoltre il lungo e paziente lavoro dell’uomo ha impiantato agrumeti e vigneti su ogni lembo di terra coltivabile, faticosamente strappato alla pendenza mediante la realizzazione di arditi terrazzi.

I comuni del Parco sono: Agerola, Castellammare di Stabia, Gragnano, Lettere, Meta, Piano di Sorrento, Pimonte, Vico Equense, Amalfi, Angri, Atrani, Cava de’ Tirreni, Cetara, Conca dei Marini, Corbara, Furore, Maiori, Minori, Nocera Inferiore, Pagani, Positano, Praiano, Ravello, Sant’Egidio del Monte Albino, Scala, Tramonti, Vietri sul Mare.

Sede Legale ed Operativa del Parco Regionale dei Monti Lattari è ubicata in Viale Ippocastani – Località Quisisana- Palazzo Reale – 80053 Castellammare Di Stabia.

Escursione al Tramonto a Punta Campanella con bus privato

Sabato 22 luglio dalle ore 16:30

Vivi un’esperienza unica insieme alle #guide esperte di Carto trekking partecipando ad un trekking al tramonto di fronte l’isola di Capri, così come non l’avete mai vista. 

Un itinerario guidato con guida ambientale escursionistica locale, alla scoperta del luogo più estremo della #Penisola #Sorrentina, Monte San Costanzo e Punta Campanella.
Appuntamento a Castellammare di Stabia alle ore 16:30 presso le Terme Nuove, attualmente dismesse, in Viale delle Terme 31, dove si parcheggerà l’auto e si partirà con autobus andata/ritorno per l’escursione.
Rientro previsto a C.Mare intorno alle 21:30.

DETTAGLI TECNICI:
Durata: circa 3 ore e mezza
Lunghezza: 6,5 Km
Dislivello: +/- 450 metri.
DIFFICOLTA’. E – Escursionistico

APPUNTAMENTO PER AUTOBUS:
Viale delle Terme, 31
80053 Castellammare di Stabia NA
APPUNTAMENTO PER TREKKING:
Via Campanella, 1
80061 Termini NA

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA:
– mail a: info@cartotrekking.com
– contattateci al 3711758097
COSTI:
– Servizio Guida Ambientale + assicurazione giornaliera: 10€ adulti 5€ bambini
– Servizio Bus privato da Castellammare di Stabia A/R: 10€ a persona

Il percorso di trekking è estremamente panoramico e con pochi tratti esposti, si presenta di media difficoltà, con una parte iniziale in salita, e dei tratti in discesa su fondo sconnesso e roccioso.
Sarà prevista una sosta alla punta, luogo più vicino all’isola di Capri, dove si potrà ammirare lo spettacolo del tramonto.
SI CONSIGLIA quindi vivamente abbigliamento comodo ed adatto, e scarpe anche basse ma da escursionismo, almeno 1 litro di acqua a testa ed uno zainetto per effetti personali e snacks o colazione al sacco che verrà consumata durante la sosta al #Tempio di #Minerva.
Il percorso è ad anello, quindi si partirà dalla piazzetta di Termini (Massalubrense) e si ritornerà alla piazzetta stessa dopo circa 3 ore e mezza.

PER PARCHEGGIARE L’AUTO A CASTELLAMMARE:
Si consiglia di parcheggiare l’auto nei pressi delle Terme nuove (adesso dismesse), lungo il Viale delle Terme.

MODALITA’ DI PRENOTAZIONE E PARTECIPAZIONE
La prenotazione via mail è obbligatoria, versando anticipatamente solo la quota per riservare il posto sull’autobus.
N.B. è possibile anche acquistare solo il Servizio Guida (10€) senza bus se si vuole raggiungere Termini e restare li per la sera, o andare prima al mattino.

Visitato 1754 volte, 5 Visite di oggi

Postato in Parchi e Oasi