Chiesa Santissima Annunziata

Piazza Annunziata, Angri, SA, Italia

Sito Web

081.949285

09:00-12:00 16:00-19:00

La Chiesa della Santissima Annunziata fu fondata, insieme al monastero domenicano, il 26 luglio 1436, per volontà di Giovanni Zurlo, barone di Angri.

La chiesa, ad una sola navata e, in origine, aveva un soffitto di mattoni, un coro dietro l’altare maggiore e altri 12 altari, sei a destra e sei a sinistra della navata.

Nella metà del XVII secolo, fu ristrutturata nelle linee attuali del barocco vanvitelliano: furono aboliti tutti gli altari laterali e vennero aperte 4 cappelle nella navata; sulla crociera fu costruita una cupola; due altari furono costruiti nelle ali del transetto; tutta la chiesa acquistò una linea architettonica ampia e luminosa, secondo i canoni del barocco napoletano del’700.

La facciata, armoniosa e solenne, rivela la mano del grande architetto Vanvitelli, che la volle degna della chiesa ricostruita. L’interno fu arricchito dalla tela della SS. Annunziata di Jacopo Cestaro, datata 1764, e di quella della Madonna del Rosario, a cui lavorò lo stesso monastero e i suoi allievi, nonché della tela di S. Domenico del pittore Car. Sebastiano, datata 1769. Nel transetto, accanto alle tele del Rosario e di San Domenico, furono sistemate le tele in tondi dei Papi dell’Ordine domenicano: S. Pio V, Innocenzo V, Benedetto XIII e Benedetto XII, tutte del ‘700.

Di queste tele è andata perduta quella raffigurante Benedetto XI, che fu sostituita a metà del XIX secolo da quella raffigurante papa Pio IX.

Nel 1809 il monastero fu soppresso e tutto il complesso passò, per meriti di guerra, alla famiglia Filangieri di Napoli.

La chiesa fu spogliata di tutte le tele che l’arricchivano; tutto fu venduto, persino l’altare maggiore in marmo bianco di Carrara e bardiglio. Per l’interessamento del vescovo di Nocera, Mon. Agnello Giuseppe D’Auria, la chiesa, requisita dal governo napoleonico, fu riaperta al culto e vi fu trasferita la sede della parrocchia di S. Benedetto.

Il terremoto del 1980 arrecò gravissimi danni alla chiesa: la cupola crollò quasi del tutto, la chiesa fu riaperta il 25 marzo 1996, festa dell’Annunciazione della Vergine Santissima.

Visitato 716 volte, 1 Visit today

Postato in Chiese e Santuari