Castello di Aquara

via Annunziata Aquara, SA, Italia

Il Castello di Aquara, probabilmente del XII secolo, era cinto da mura e torri, che furono diroccate nel 1246 dall’esercito di Federico II in occasione della congiura di Capaccio.

Fu restaurato nel 1251 ed adibito a palazzo baronale da Matteo Comite, signore di Aquara. Fu venduto nel 1894 dalla famiglia Spinelli, già feudataria di Aquara, a Giuseppe Martino ed attualmente è di proprietà degli eredi Russo. Vi è ancora un grandioso cortile con portico, nella cui volta si vedono vari affreschi, ed una fontana monumentale a ventaglio di pietra locale.

Nel salone si può ammirare un pregevole caminetto intagliato in pietra locale, in un’altra stanza vi è sulla parete nord una grande aquila in stucco riproducente lo stemma dei Fieramosca. Nella parte settentrionale si possono ancora vedere i resti di un monumentale acquedotto, che portava l’acqua al Castello.

Visitato 346 volte, 2 Visite di oggi

Postato in Monumenti