Casa della poesia

Via del Convento 21/A 84081 - Baronissi (SA)

Sito Web

347.6275911

Il progetto di Casa della poesia nasce nel 1996, producendo la prima presentazione pubblica e la prima manifestazione “Lo spirito dei luoghi”, novembre 1996.

L’idea viene elaborata dalla Multimedia Edizioni, struttura formata da una casa editrice e da un’organizzazione che promuove progetti culturali di livello internazionale. Casa della poesia, progetto unico nel suo genere in Italia, diventa subito il fiore all’occhiello della organizzazione.

Dal nucleo pulsante di Casa della poesia, nascono, si elaborano, si sviluppano e si irradiano iniziative che coinvolgono l’intero territorio nazionale e altri paesi europei.

La Casa della poesia, che nel 2013 svolge quindi il proprio diciottesimo anno di attività, si configura fin da subito come un progetto al tempo stesso reale e virtuale. Reale, con la creazione di una vera e propria struttura stabile organizzata come biblioteca, mediateca, centro di promozione della poesia internazionale, casa alloggio per poeti di tutto il mondo (con un’attenzione particolare ad aree “difficili” del mondo), centro di raccolta, promozione e produzione di materiali audiovisivi sulla poesia; virtuale, utilizzando al meglio le opportunità che la tecnologia contemporanea offre. E quindi: creazione di un grande sito web che raccoglie materiali provenienti da tutto il mondo e che rende il progetto slegato dal luogo di partenza e lo irradia nella rete globale (archivio, testi, registrazioni, rivista on-line, dirette audio e video, ecc.).

L’organizzazione, ormai una realtà importante sul territorio nazionale, riceve sempre più richieste per curare manifestazioni sulla poesia, la letteratura e la creatività in genere ed elaborare progetti. Casa della poesia ha organizzato e organizza alcuni grandi festival di poesia: “Lo spirito dei luoghi”, “Verba Volant”, “Napolipoesia” e “Napolipoesia nel Parco”, “Salernopoesia”, “Il cammino delle comete”, “Sidaja”, “Incontri internazionali di poesia di Sarajevo”, “Parole di Mare”, “VersoSud”, “La poesia resistente!”, “Letture Mediterranee” e altri piccoli incontri su tutto il territorio nazionale. Avendo in questi anni organizzato una rete di relazioni e collaborazioni, promuove anche tour italiani di poeti di varie parti del mondo.

Di notevole importanza, le relazioni e la rete di collaborazione con strutture culturali di altri paesi europei ed extraeuropei, che fanno di Casa della poesia un vero punto di riferimento internazionale riconosciuto e riconoscibile. Altro aspetto importante dell’attività dell’organizzazione sta nella promozione e diffusione della poesia contemporanea nelle scuole di ogni ordine e grado: da semplici materiali messi a disposizione di studenti e docenti (libri, video, registrazioni, ecc.), alla realizzazione di progetti comuni con Istituti superiori, Università, (incontri con autori, letture, conferenze, incontri, ecc.).

La struttura di Casa della poesia si è sempre più affermata come una vera e propria impresa culturale internazionale in grado di competere sul territorio nazionale ed internazionale nel proporre e realizzare grandi e piccoli eventi culturali dalla dimensione internazionale. 

La biblioteca in riva al mare di Giancarlo Cavallo

22 settembre dalle ore 20:30 alle ore 22:30

Venerdì 22 settembre, alle ore 20,30 a Casa della poesia (via Convento 21/a, Baronissi) parte un ciclo di incontri e presentazioni di libri. E si inizia come meglio non si potrebbe con il nuovo bellissimo, meditato e cesellato libro del poeta salernitano Giancarlo Cavallo e il suo “La biblioteca in riva al mare, una boccata d’ossigeno nell’asfittico mondo della poesia italiana contemporanea. Non mancate!
In una raccolta di poesie di così profondo livello non si trovano trame compiute, ma costellazioni di indizi che favoriscono la comprensione del percorso, e soprattutto immagini in versi sapienti: questo abbiamo dalla Biblioteca di Giancarlo Cavallo, opera felicissima nel panorama della poesia attuale, processione di testi-ceri che non si consumano e che suggeriscono letture ripetute in desiderio di vita, in mezzo alla cara calca delle assenze.
(dalla prefazione di Gianluca Paciucci)
“Forse una costante in questa raccolta può essere indicata proprio nella presenza assidua di “mediatori”: tra la terra e il cielo più frequentemente, ma anche tra le terre (il mare Mediterraneo, teatro tragico di eventi che non possono essere ignorati), fino alla scrittura (mare d’inchiostro) che è medium per eccellenza, mediatore tra passato e futuro, tra realtà ed immaginazione.”
(dalla “Nota per l’ affezionato lettore)

Visitato 221 volte, 1 Visit today

Postato in Associazioni