Centro Storico di Caggiano

Caggiano, SA, Italia

Il Centro Storico di Caggiano è pieno di testimonianze di antichi splendori e tradizioni famigliari.

I portali del centro storico del paese, in particolare in via Marvicino, presentano il “picchiotto” (truzzulatùr), usato per bussare, semplice ad anello, oppure decorato con vari motivi, da quelli antropomorfi a quelli animalistici. Sono inoltre spesso presenti serrature con ghiere ornate, e stipiti, archi e chiavi con decorazioni scolpite.

I palazzi del centro storico sono degni episodi architettonici della stratificazione temporale che ha visto Caggiano prima essere una rocca chiusa tra le mura alla ricerca della necessaria protezione e poi, e questa fase purtroppo perdura fin quasi all’epilogo del centro antico, allo svuotamento dell’antico borgo.

Addentrandoci nel centro storico, si oltrepassa il nuovo complesso della “portuccia” esempio di demolizione totale del centro storico e di nuova edificazione avulsa dallo spirito del luogo, e servito, peraltro, da una nuova strada che costeggia tutta la rocca del vecchio paese, che ne consente l’accessibilità, ma che ottiene, al contrario, l’effetto di esserne maggiormente isolato.

Recuperato l’antico percorso della viabilità storica si trova il complesso architettonico, di grande valore, costituito dalla chiesa di Santa Caterina e dal Palazzo Bonito Oliva, nel cui cortile si pùo entrare, come d’incanto, in un’altra epoca.

Altri elementi di un certo valore architettonico sono i grovigli di case spontanee che formano, tra loro, quasi sempre dei veri e propri soggiorni all’aperto, come, ad esempio, il vico Ninfa, ove si può ammirare, dimenticata, l’immagine della “brutta”, per alcuni, matrona scolpita nel calcare.

Numerosi palazzi di Caggiano al loro interno hanno cappelle e luoghi di culto.

Visitato 227 volte, 1 Visit today

Postato in Percorsi Turistici