Centro Storico di Camerota

Camerota, SA, Italia

Il mito di Camerota narra di una bellissima ninfa di nome Kamaraton. Palinuro, nocchiere di Ulisse vedendola nuotare in una notte di luna, se ne innamorò all’istante. Sfortunatamente per lui, non sapeva che l’amore fa male se non ricambiato, infatti Palinuro chiese la mano alla ninfa, ma lei lo respinse con brutalità e freddezza. Fu troppo il dolore da sopportare per Palinuro e così invocò il dio del sonno Morfeo, a cui chiese di portar via le sue pene. E così avvenne, ma addormentato il valoroso nocchiero cadde dalla nave e annegò in quella stessa notte. La dea dell’amore Afrodite indignata dal comportamento di kamaraton, per punirla la tramutò nella collina dove attualmente sorge Camerota.

L’abitato di Camerota si trova nel Cilento meridionale. Il Cilento, ossia Lucania occidentale, è una subregione montuosa della Campania in provincia di Salerno che si protende come una penisola tra i golfi di Salerno e di Policastro, nella zona meridionale della regione, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità.

Il Comune di Camerota si compone di: Camerota (Capoluogo) e delle relative frazioni di Lentiscosa, Licusati e Marina di Camerota.

Camerota conserva ancora oggi testimonianze evidenti del suo passato: fortificazioni murarie, i ruderi di un antico palazzo marchesale, nonchè di chiese e cappelle distribuite in un complesso sistema di piccoli e caratteristici “vicoli” caratterizzano la struttura tipica di una comunità la cui storia affonda le radici nel medioevo. Camerota è stata, nel recente passato, una fiorente comunità nella lavorazione e vendita della terracotta, maestri vasai e piccoli artigiani sono tuttora attivi nella produzioni di vere e proprie opere di artigianato locale.

Visitato 513 volte, 1 Visit today

Postato in Percorsi Turistici