Eremo di San Michele Arcangelo

Strada Provinciale 31e, 84022, Campagna, SA, Italia

L’Eremo di San Michele Arcangelo si trova sul Montenero risale probabilmente del XVI secolo è un piccolo cenobio benedettino contenuto nel cavo di un’altissima rupe posto a circa 1000 metri di altezza, sulla catena dei Monti Picentini.

Domina tutta la valle sottostante del Trigento ed è raggiungibile dalla località Avigliano attraverso un sentiero o dalla frazione Puglietta percorrendo una mulattiera attraverso le località Arenola, Valledacera e Lauropiano.

All’interno della chiesetta è presente un sepolcro eretto nel XVI secolo da Paolo Carfagno, collegata ad essa sono unite nella roccia tre stanzette, un oratorio e una cucina in malta e pietre. Lo stemma dei Carfagno presente sulla tomba è unico nel suo genere, in quanto raffigurato da un vepre, una rappresentazione araldica rara in Italia e più frequente nel nord Europa. Dal 1630 l’eremo subì lavori di restauro e di ampliamento.

Nel 1748 fu posta una croce di pietra con colonna, con alla base tre gradini, sullo spianato antistante l’ingresso dell’eremo e fu costruita l’intera gradinata con parapetto con i suoi sessanta gradini. All’interno sono custodite alcune delle tavolette marmoree della Via Crucis poste nel 1672.

Oggi l’eremo di San Michele dispone di otto stanzette, cinque cucine e un refettorio. Fra i principali visitatori del passato va certamente menzionato Juan Caramuel y Lobkowitz (vescovo dal 1658 al 1673), l’ideatore della prima Tabella di Numerazione Binaria che a testimonianza del suo passaggio fece scolpire una lapide, ancora oggi esistente.

Visitato 1326 volte, 3 Visite di oggi

Postato in Chiese e Santuari e Percorsi Turistici