Chiesa di San Pietro a Siepi

S. Pietro, Cava de' Tirreni, SA 84013

Sito Web

089.561272

08:00-12:00 16:00-20:00

La Chiesa di San Pietro a Siepi domina la frazione omonima situata su una collinetta della città di Cava de’ Tirreni. Essa risale all’XI sec. la sua lineare facciata presenta un bel portale con due affreschi raffiguranti i Santi Apostoli Pietro e Paolo.

La Chiesa è a croce latina, con tre navate e otto cappelle laterali, inizialmente in stile romanico, nel corso dei secoli ha subito molti rimaneggiamenti e ristrutturazioni; l’ultimo intorno al 1963. Conserva importanti opere del 1500, come i bassorilievi in marmo della sacrestia e l’altorilievo di Santa Maria della Catena sull’altare a Lei dedicato nella
navata sinistra, un bel crocefisso in legno del 1600 realizzato dallo scultore Giacomo Colombo e un soffitto del XVIII sec.; l’imponente del 1700, in marmo intarsiato.

La Chiesa edificata tra il 1169 e il 1172 ad opera di un notabile salernitano, probabilmente proprietario di una vasta zona di Cava a monte, Pietro Mandarino o Mandarino, che ne ottiene il permesso dall’Arcivescovo di Salerno Romualdo, versando una cospicua somma in denaro in favore della mensa arcivescovile salernitana.

In seguito alla morte del notabile e dei suoi discendenti, tutto diventa proprietà di un dottore in filosofia Giovanni Pinto, come risulta da documenti del 1317, dopo un lungo periodo di controversie amministrative fra varie diocesi, la
Chiesa passa sotto la giurisdizione dell’Abbazia di Cava.

La Chiesa viene consacrata al culto il 29/06/1172 da Monsignor Carmignano, vescovo di Cava.

Su un bassorilievo in marmo del 1500, incastonato nella cappella dell’Addolorata di fianco all’altare, il fondatore viene raffigurato come un nobile cavaliere del Cinquecento, dall’aspetto forte, atletico e risoluto, con uno sguardo fermo e fiero.

Visitato 773 volte, 1 Visit today

Postato in Chiese e Santuari