Monte Bulgheria

Monte Bulgheria

Il monte Bulgheria è un monte situato nella parte meridionale del Cilento, nella provincia di Salerno, cui vetta più alta raggiunge i 1225 metri. La sua denominazione deriva dai coloni bulgari, che qui si stanziarono prima dell’anno 500.

Dal monte prende il nome il Comune di Celle di Bulgheria, che sorge alle sue pendici, al lato est. Pur essendo lungo e pur toccando numerosi paesi del circondario, esso colpisce per la sua isolatezza, dato che non esistono altre montagne nelle immediate vicinanze. Questa particolare caratteristica si può ammirare da Bosco, che si trova ai suoi piedi.

La flora è ricchissima: si trovano alberi di ontano e piante di castagno secolari, ginestre, asparagi, il pungitopo, la rosa canina, origano, lavanda e numerosi tipi d’orchidee selvatiche tra cui l’Orchis italica, Serapias vomeracea, Orchis Fragans e Orchis papillonacea.

Il monte è conosciuto come “la leonessa addormentata”, poiché somiglia ad un enorme leone a riposo con lo sguardo rivolto verso oriente e quindi gli abitanti del luogo amano pensare che sia un leone che sta lì a proteggerli.

Sono stati ritrovati numerosi fossili marini sulla montagna: ciò è dovuto al fatto che il massiccio del Monte Bulgheria è costituito interamente da rocce carbonatiche di origine marina relative, prevalentemente, al periodo Giurassico, ed in misura minore al Triassico e al Cretaceo.

Il percorso più agevole per raggiungere la vetta è quello che parte da Celle di Bulgheria. La vetta più alta dista circa 11 km; è raggiungibile sia a piedi che in macchina. Esiste un percorso alternativo agibile solo a piedi; quest’ultimo è più breve ma presenta una maggiore difficoltà.

Visitato 69 volte, 2 Visite di oggi

Postato in Percorsi Turistici