Torre del Capo di Conca

Via Capo di Conca, Conca dei Marini

La Torre del Capo di Conca, detta anche Torre Saracena o Torre Bianca, è un’antica torre di guardia cinquecentesca che sorge sul promontorio chiamato Capo di Conca.

Fu fatta costruire dal viceré di Napoli Pedro de Toledo, a difesa del territorio contro le invasioni dei Turchi. Si scelse di erigerla su pianta quadrata anziché su pianta circolare, dal momento che, a partire da Carlo V in poi, la resistenza delle torri circolari, largamente impiegate in passato, fu messa in dubbio.

La torre è composta da un’unica grande sala, al di sopra della quale sono situate due stanzette riservate alle guardie.

Dopo la sconfitta dei Turchi a Lepanto la torre, come molte altre, perse di importanza e fu abbandonata al suo destino e usata a scopo cimiteriale a causa della bassa mortalità. Ciò non cambiò il suo fascino: infatti si racconta che due signore americane, rimaste affascinate dal luogo, si inginocchiarono e pregarono Dio affinché fossero sepolte lì.

La torre fu destinata a questo uso fino al 1949, finché fu restaurata dall’amministrazione comunale che ne è proprietaria e destinata a museo.

Visitato 175 volte, 2 Visite di oggi

Postato in Monumenti