Palio del Ciuccio

Cuccaro Vetere, SA, Italia

agosto

Il Palio del Ciuccio a Cuccaro Vetere è uno degli eventi più attesi dell’estate in provincia di Salerno.

In effetti l’asino è elemento caratterizzante e imprescindibile di tutta la sfilata storica, che revoca quadri di vita contadina del Cilento di inizio secolo scorso. Lo stesso palio è un omaggio alla laboriosità di questo animale docile ed umile era un elemento portante dell’economia rurale dell’epoca.

La costruzione di una rete viaria interpoderale è piuttosto recente, e di conseguenza la motorizzazione agricola si è realizzata da più di un trentennio, in precedenza l’unico mezzo di trasporto dei prodotti agricoli e montani dai luoghi di produzione fino a casa era l’asino. La sua importanza come tale si è evidenziata un particolare per il trasporto delle castagne, talvolta da luoghi diversi chilometri dal centro abitato e raggiungibili solo attraverso sentieri montani ripidi, scoscesi ed impervi. Chiaramente lo sviluppo delle vie di comunicazione, unitamente alla modernizzazione dei processi produttivi, ne ha sminuito il ruolo decretandone la quasi estinzione.

A Cuccaro Vetere, attualmente sono presenti alcuni asini gelosamente custoditi dai proprietari più per affezione al ruolo rappresentato che non per una effettiva utilità.

La Pro-Loco di Cuccaro Vetere, in collaborazione con il Comune, intende avviare un progetto di recupero del significato economico-sociale di tale animale inserendolo in un programma agrituristico volto a promuovere lo sviluppo della zona.

La simbolica competizione che chiude l’evento e che vede rivaleggiare in un apposito percorso gli asini portabandiera dei nove Comuni d’Italia partecipanti, e gemellati sulla condivisione delle medesima tradizione folcloristica del palio, mima infatti scherzosamente la fatica e la tenacia dell’uomo nel vincere la resistenza della natura, superando l’indolenza dell’animale che porterà in groppa il proprio fantino sino al metaforico traguardo della sopravvivenza.

La gara è preceduta, come per consuetudine, dalla parata in costumi d’epoca dei figuranti che sfileranno in corteo per la piazza centrale del paese, inscenando balli e canti popolari rievocativi delle antiche usanze agresti della civiltà contadina.

Visitato 127 volte, 2 Visite di oggi

Postato in Manifestazioni