Chiesa di San Quirico

Via IV Novembre, Bolano, SA, Italia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

La Chiesa di San Quirico risale al periodo bizantino, il culto è di provenienza orientale e si fa riferimento in un atto di vendita dell’801, ed era originariamente situata presso la zona attualmente denominata area San Quirico.

L’attuale Chiesa di San Quirico posta nel nucleo storico di Bolano era originariamente una Cappella dedicata a Santa Maria del Carmine con legati alla Congrega della Carità di Fisciano.

Fu individuata quale sede parrocchiale in alternativa dell’antica Chiesa di S. Quirico posta fuori paese in località Rio Secco, ancora oggi indicato dai toponimi popolari con “area San Quirico”. Chiesa antichissima, abbandonata perché spesso inutilizzabile per le inondazioni del vicino rio. Diroccatasi, allo stato attuale il sito è individuabile per la presenza di un immobile edilizio adibito a residenza. La proprietà alienata come si evince dalla descrizione dei beni della parrocchia nei documenti conservati:

Il signor Mariano Michele fu Emanuele di Bolano — Fisciano – per cessione di una antica già demolita chiesa S. Quirico di Bolano – come da strumento per notar Carpentieri del 3 marzo 1895

Tornando all’edificio attuale non si sono trovate fonti in merito all’epoca della sua edificazione e della successiva trasformazione in sede parrocchiale nei pochi documenti conservati. I vecchi registri parrocchiali sono andati persi, presumibilmente, in una delle inondazioni della originaria sede posta in prossimità del Rio Secco.

L’impianto architettonico è a navata unica, con la parte finale dell’abside coperta con volta a botte sulla quale degli stucchi definiscono un sorta di cassettonato; La peculiarità planimetrica è data dal non essere perfettamente rettangolare e di avere i lati corti sghembi e paralleli al vicoletto su cui prospetta. La definizione dell’attuale presbiterio mediante un diversa copertura e la presenza dei due archi porterebbero a supporre che l’originario impianto potesse essere diverso, definendosi così una piccola cappella di campagna, posta lungo la stradina, ancora oggi visibile, che si diparte dalla strada statale e che attraversando Bolano proseguiva verso Lancusi e Penta. Solo successivamente potrebbe essere stata ampliata con il prolungamento della navata e la realizzazione del piccolo campanile. I contrafforti sulla facciata principale potrebbero essere stati realizzati a seguito dei danni provocati da un evento tellurico nei secoli scorsi.

Nel cantonale sud, posti a più di tre metri d’altezza, vi sono due fregi, realizzati in pietra tufacea, raffiguranti uno il Cristo crocifisso e l’altro San Sebastiano.

Queste le notizie tratte dalle poche fonti reperibili, le citazioni sono tratte dai documenti redatti dal parroco Vincenzo Negri fu Domenico per le Visite Pastorali. La più completa è quella stilata per il 2 luglio 1917.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Visitato 197 volte, 1 Visit today

Postato in Chiese e Santuari

Related Listings

Corso San Vincenzo Ferreri, Fisciano, SA, Italia

La Chiesa di San Pietro Apostolo con annessa congrega del S.S Rosario e dell’Assunta, è situata in corso San Vincenzo Ferreri e venera il culto del santo patrono della città di Fisciano, San Vincenzo Ferreri. La Chiesa è stata riaperta al culto dopo il restauro avvenuto nel 2013. Leggi tutto>>

Via San Lorenzo, Pizzolano, SA, Italia

La Chiesa di San Lorenzo è situata a Pizzolano, le prime notizie pervenute sul sito della chiesa sono relative al IX secolo e sono ricordate in un documento dell’801: Un certo Landulo vende una terra arbostata ” … in loco Pozzolanu ubi pragellum dicitur”. Leggi tutto>>