La Grava di Vesalo

Laurino, SA, Italia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Di grande interesse speleologico e scientifico è la Grava di Vesalo, uno dei fenomeni carsici più famosi agli speleologi d’Europa. Rappresenta il più grande inghiottitoio nel complesso appenninico Alburni-Cervati.

Un inghiottitoio è una cavità, generalmente a forma di imbuto, che si forma a causa del processo di scioglimento delle rocce carbonatiche (come i calcari, le dolomie, i marmi) rese solubili da una reazione tra acido carbonico (anidride carbonica in soluzione acquosa) e il carbonato di calcio di cui le rocce sono composte.

L’erosione può assumere forme diverse: superficiale, come avviene per i campi solcati o nelle doline, o più profonda e sotterranea, come nel caso degli inghiottitoi.

L’ampia voragine, costituita da un doppio pozzo di 43 e 100 metri al cui fondo si apre una caverna a galleria, nella quale si riversano le acque del torrente Silenzio in piena, è costituita da un susseguirsi di pozzi, cascate e laghetti, definiti cavernose Blanc, Lago Laurino, galleria delle marmitte, Galleria Luberns, Sala La Bruna, Sala del camino, Antro degli Opilionidi, Discesa Durante.

La notevole umidità e la particolarità del suolo hanno consentito lo svilupparsi di particolari forme di flora e fauna.

La maggior parte di queste caverne sono visitabili solo dagli speleologi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Visitato 85 volte, 1 Visit today

Postato in Percorsi Turistici

Related Listings

Laurino, SA, Italia

Le frazioni di Laurino sono due, Villa Littorio e Pruno. Villa Littorio – Interventi urbani realizzati in seguito al terremoto del 1980, hanno in parte modificato l’aspetto originario del paese. Tuttavia Villa Littorio conserva intatto il suo centro storico, dove spiccano in particolare le case realizzate in pietra. Leggi tutto>>