Parco Naturale di Capo d’Orso

Maiori, SA, Italia

Lo spettacolo più bello di Maiori è il Parco naturale di Capo d’Orso.

Con un territorio di circa 3.000 ettari, il parco, conserva un patrimonio ambientale di notevole interesse, non solo per le prerogative paesaggistiche, ma anche per la struttura geologica, per la varietà della fauna e le particolari caratteristiche della flora. Il promontorio è inserito nel versante meridionale dei monti Lattari e ne conserva la prevalente natura calcareo-dolomitica presentando un aspetto ripido e scosceso. Vi sono anche varie cavità situate a diversa quota lungo le pendici, tra cui va citata la grotta Porta di Monte Piano costituita da una serie di cavità situate a diversi livelli e comunicanti tramite cunicoli e passaggi.

La vegetazione del promontorio assume l’aspetto inconfondibile della macchia mediterranea che, nonostante il suo aspetto uniforme, si presenta quanto mai complessa e variegata. Laddove meno si è registrata la presenza e l’intervento dell’uomo, è riuscita a sopravvivere la macchia alta, o macchia-foresta, una formazione vegetale che rappresenta l’erede più diretta dell’antica selva sempreverde che dominava nei tempi antichi la flora delle nostre coste soprattutto con le foreste di leccio alle basse quote e con i boschi di castagno alle quote più alte.

Il promontorio è popolato da numerose specie caratteristiche della fauna mediterranea e che costituiscono una delle componenti più significative dell’interesse naturalistico dell’area. Tra i mammiferi sono diffusi la volpe, la faina, il riccio, il moscardino, la talpa e il topo selvatico ed è ancora presente, anche se sempre più raro, il tasso. Tra gli uccelli, oltre alla poiana, il greppio,  la ghiandaia e il gabbiano reale, la gemma che qualifica naturalisticamente questo territorio è il falco pellegrino, in quanto questo rapace è in via di estinzione in tutto il mondo.

Con una passeggiata di circa 2 ore attraverso i vigneti e i boschi partendo dalla frazione Casale, si giunge alla sorgente di Scalese e poi a Badia, famosa per le grotte e le catacombe. Proseguendo sulla dorsale di Monte Piano si raggiunge il promontorio di Capo d’Orso da dove si ammira un panorama incredibile.

Con una sola occhiata si spazia dalla Costa di Amalfi fino all’isola di Capri e dal Golfo di Salerno fino alla costa del Cilento.

Visitato 109 volte, 2 Visite di oggi

Postato in Parchi e Oasi