Monumento ai Caduti di Mercato San Severino

via Emilio Coppola, Mercato San Severino

Il Monumento ai Caduti è ubicato nel Parco omonimo, progettato da Gaetano Chiaromonte , scultore salernitano. Esso sorge sulla collina della “Licinella”.

All’ingresso è collocata una grande lapide marmorea con i nomi dei soldati sanseverinesi caduti nella grande guerra, ai due lati due scaloni monumentali conducono sul colle dove, su un ampio basamento, svetta un’alta colonna. Ai lati della colonna furono collocate due lapidi in pietra, che ricordavano le tappe importanti della “Nuova Italia”, dal 1915 al 1939.

Per la realizzazione dell’opera il Chiaramonte impiegò sette anni, dal 1932 al 1939, mentre, secondo le decisioni iniziali di un apposito Comitato, il Monumento doveva essere inaugurato nel 1935, anniversario dell’entrata in guerra dell’Italia.

Il comune contribuì alla realizzazione dell’opera con una somma di lire 20.000; in seguito incaricò gli ingegneri Aniello Salzano e Giovanni Sica di progettare un viale d’accesso che, inaugurato nel 1940, fu intitolato a Italo Balbo (oggi il viale è intitolato al ten. Francesco Falco).

Dopo la seconda guerra mondiale, caduto il regime fascista, dall’ ampio basamento della colonna marmorea fu eliminato il fascio littorio e in suo luogo fu collocata una stella a cinque punte in pietra, simbolo della Repubblica Italiana.

Negli anni 70, infine, fu aggiunta sulla cima della colonna un’aquila in bronzo, pregiudicando l’intero complesso monumentale.

Attualmente il Parco del Monumento è in uno stato di pietoso abbandono ed è auspicabile, perciò, un totale recupero, per utilizzarlo come giardino pubblico, con orari di visita e un custode.

Visitato 219 volte, 1 Visit today

Postato in Monumenti