Palazzo Vanvitelliano

Piazza Ettore Imperio, Mercato San Severino

Il Palazzo Vanvitelliano è sede del Municipio di Mercato S. Severino e sorge su Piazza Ettore Imperio, alle pendici delle collina del castello longobardo.

In origine l’edificio costituiva con l’attigua chiesa, un unico complesso monastico sede dell’ordine dei Domenicani con il titolo di San Giovanni in Palco. A seguito del recente intervento di restauro e adeguamento funzionale l’amministrazione comunale, che gestisce l’edificio dall’inizio del secolo scorso, occuperà nuova­mente la sua storica sede, ritornata all’antico splendore dopo i gravi danni subiti dal sisma, del 1980.

L’area su cui insiste il complesso, un tempo ricadente fuori le mura, è rimasta a lungo isolata dal rimanente aggregato urbano cui, solo recentemente, è stata inglobata. A parte la pre­senza di qualche masseria isolata annessa ai terreni coltivati, la zona era completamente inurbanizzata e si distingueva per le grandi macchie di verde.

Le maggiori trasformazioni urba­nistiche si ebbero negli anni 50 con gli interventi di edilizia popolare e scolastica che hanno definito l’attuale assetto di Piazza Ettore Imperio. Occorre inoltre ricordare che la realizza­zione della piazza risale all’inizio del nostro secolo quando, per sottolineare la grandiosità della facciata principale dell’edificio – opera della ristrutturazione settecentesca – fu allar­gata la strada esistente.

La storia della fondazione del complesso conventuale si lega all’antica e illustre famiglia dei Sanseverino. La potente famiglia di feudatari discende dal guerriero normanno Turgisio (o Troisio) che, giunto in Italia al seguito di Roberto il Guiscardo, si stabilì, intorno al 101, nell’antico oppidum Rotae. Turgisio, attratto dalla felice e strategica posizione del castello, vi fissò nel 1075 la sua dimora divenendo il capostipite dei Sanseverino. Da allora in avanti le vicende della nobile famiglia e del borgo omonimo rimasero indissolubilmente legate.

Visitato 252 volte, 1 Visit today

Postato in Monumenti