Chiesa di San Nicola de Domnis

Via Zambeccari, Padula

La Chiesa di San Nicola de Domnis è l’edificio più interessante del centro storico di Padula, rappresenta una delle più antiche testimonianze della presenza basiliana nel Sud Italia, come ben rivela la consacrazione a S. Nicola.

L’aggiunta del titolo de’ Domnis o, meno probabilmente, de’ Donnis sarebbe riconducibile o a dei “signori” (domini, domni) con un peso rilevante nella storia della chiesa o alla presenza di un vicino istituto per fanciul le orfane e povere.

In età longobarda (tra VI e VIII sec. d.C.) fu fondata la trìchora: tre grosse absidi semicilindriche su cui poggia la cupola semisferica. Poco dopo (IX sec.), venne aggiunta l’aula rettangolare, che reca lembi di affreschi tardo-bizantini, di gusto orientaleggiante (databili al XIII sec.). Ciò dimostra che nella chiesa di S. Nicola furono cele brati a lungo riti secondo la tradizione greca, anche perché solo nel sec. XVIII il più antico altare “a cofano”, di tipo orientale, venne trasformato “ad amphorem”, secondo l’uso occidentale.

La sottostante cripta, anch’essa trilobata, era adibita probabilmente a luogo di sepoltura. Tanto la chiesa quanto la cripta oggi ospitano – come già in S. Agostino – una collezione di presepi.

Visitato 208 volte, 4 Visite di oggi

Postato in Chiese e Santuari e Monumenti