Palazzo Tortora degli Scipioni

Via Perone, Pagani

Il Palazzo Tortora degli Scipioni fu fatto costruire nella seconda metà del 1600 dal Conte Palatino Carlo Pignataro, protomedico del Regno, che a Pagani esercitava la sua professione.

Il palazzo è impostato su un impianto a corte centrale, con ingresso leggermente spostato a destra e con ambienti modulari rettangolari affacciati sulla corte.

Quest’ultima è separata dal giardino retrostante mediante un corpo di fabbrica rettangolare, costituito da sei locali di dimensioni pressocchè uguali.

L’androne, coperto da volta a crociera, immette a destra ad alcuni locali, anch’essi coperti da volte a crociera, e a sinistra ad una bella ed elegante scala.

Il percorso della scala si articola in un ritmo continuo di archi a tutto sesto , che si alternano alle volte a crociera poste a copertura dei ballatoi e dei rampanti, mentre gli archi che sorreggono le scale sono a collo d´oca o, come comunemente si dice, a schiena d’asino.

Il palazzo fu chiamato Tortora degli Scipioni, dopo che Donna Carmela Pignataro, discendente del conte Carlo, sposò nella prima metà dell´ottocento Scipione Tortora.

Visitato 320 volte, 1 Visit today

Postato in Monumenti