Il Castello

Via del Castello, Polla, SA, Italia

Il Castello di Polla fondato nel 1290 da Tommaso Sanseverino, conte di Marsico, fondatore della Certosa di Padula fu distrutto dal terremoto del 1561.

Il Castello fu poi ricostruito dal feudatario Giovanni Villano, più elegante di prima come è ricordato nella lapide leggibile sulla facciata a sinistra del portale in pietra che dà accesso al cortile interno e dal quale si accede alle prigioni borboniche mantenute fino al 1857, poche celle umide e fetide.

Dopo il terremoto del 1857 che l’abbattè quasi interamente, fu rialzato nell’aspetto moderno che lo caratterizza, infatti oggi ha un aspetto di un palazzotto ottocentesco e occupa tutta l’area sulla quale era stato eretto, in luogo inaccessibile ed inespugnabile.

Il palazzo che è stato testimone di tutti gli eventi storici di Polla, conserva nel cortiletto citato, lo stemma della famiglia Villano, i signori di Polla che dominarono il paese dal 1556 al 1668 con titolo di marchese dopo il 1590.

Lo stemma è scolpito in pietra ed è formato da uno scudo troncato, diviso in due campi, sopra v’è una testa di leone, sotto una branca leonina.

Una replica più piccola trovasi davanti al palazzo stesso murato sull’orto pensile; un’altra replica si vede al sommo del portale della Taverna del Passo, che fu aperta da Camillo Villano, secondo feudatario della casata sulla via delle Calabrie, nel 1561.

Visitato 360 volte, 1 Visit today

Postato in Monumenti