Museo Vivo del Mare

Via Caracciolo, 142, Pioppi, Pollica, SA, Italia

Sito Web

0974.905059; 371.1362485; 338.1556904

Chiuso il Martedi. Lun-Mer-Gio-Ven-Sab-Dom 10.00/12.30 16.30/19.00

Il Museo Vivo del Mare, struttura museale di interesse regionale situata nella frazione di Pioppi del comune di Pollica, è stato aperto al pubblico nel 1998 grazie agli sforzi congiunti dell’associazione Marenostrum e dell’amministrazione comunale guidata dal compianto sindaco Angelo Vassallo.

Il Museo è gestito dal gennaio del 2013 da Legambiente Onlus e rappresenta una delle strutture museali e didattiche più frequentate della regione Campania. E’ ospitato presso il Palazzo Vinciprova, edificio di interesse storico posto sotto la salvaguardia monumentale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

All’interno del Museo sono presenti dodici vasche distribuite in tre sale e in ciascuna di esse è rappresentato un tipico habitat marino caratteristico delle coste cilentane.

Nella prima sala troviamo la vasca tattile Proteus, nella quale è riprodotto un ambiente roccioso caratteristico dei primi metri di profondità.

Nella seconda sala si possono osservare ben sette vasche in ciascuna delle quali è rappresentato un tipico ambiente sottomarino dei fondali cilentani fino ai 40 metri di profondità.

Nella terza sala sono presenti due vasche dette di profondità proprio perché al loro interno sono riprodotti quei fondali rocciosi caratterizzati da anfratti e grotte, regno incontrastato di pesci di grosse dimensioni.

Con una superficie marina di 157 ettari e un tratto di spiaggia con un fronte lineare di 600 metri, l’Oasi blu “La Punta” rappresenta uno scrigno di biodiversità ed un luogo di straordinaria bellezza a pochi minuti di cammino dal Museo del Mare.
L’oasi “La punta” è gestita dal Comune di Pollica in collaborazione con alcune associazioni locali. La riserva insite tra le località di Pioppi e Acciaroli, lungo il tratto di costa che divide le due insenature. In essa si svolgono attività di ricerca e studio per la salvaguardia della biodiversità e del patrimonio ambientale nonché attività divulgative e didattiche rivolte alle scuole di ogni ordine e grado.

Il Museo vivo del Mare è parte integrante della rete dell’Ecomuseo della Dieta Mediterranea, fatta di luoghi, musei e percorsi culturali attorno al tema dichiarato dall’Unesco, il 16 novembre 2010 a Nairobi, patrimonio immateriale dell’umanità.

II edizione del Festival della Dieta Mediterranea

II edizione del Festival della Dieta Mediterranea, in programma dal 28 luglio al 2 settembre. Circa quaranta giorni per raccontare gli aspetti culturali e antropologici più interessanti dello stile di vita mediterraneo, riconosciuto patrimonio culturale immateriale dell’umanità dall’Unesco.

Il Festival, organizzato per il secondo anno da Legambiente Onlus e dal Comune di Pollica con il patrocinio del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e con il supporto di Alma Seges, sarà un contenitore di eventi per ogni target: dibattiti, laboratori di cucina, teatro per bambini, escursioni, concerti musicali, show cooking, proiezioni, shooting fotografici e tanto altro.

L’edizione si aprirà venerdì 28 luglio alle ore 18.30 presso Palazzo Vinciprova, con un incontro dal titolo “La biodiversità a tavola. Api, mieli e Dieta Mediterranea”. Si parlerà dell’importanza delle api, e dei loro mieli, alimento significativo della Dieta mediterranea. Le api, infatti, contribuiscono a circa il 70% dell’impollinazione di tutte le specie vegetali del pianeta, garantendo circa il 35% della produzione globale. Per l’occasione, Legambiente e Conapi (Consorzio nazionale apicoltori) presenteranno la loro collaborazione, finalizzata a promuovere un’agricoltura senza chimica di sintesi, ecologica, di qualità legata ai territori.

Tra gli eventi in calendario, spiccano la seconda edizione de “Il mare color del vino – Mediterranean Wine Festival” e il Primo Premio “Vigna Bio – I biologici e biodinamici campani”, il 25 e il 26 agosto presso il Museo Vivente della Dieta Mediterranea; i corsi di cucina di Pietro Parisi (Era Ora, Cento, Le cose buone di Nannina), di Paolo De Simone (Storie di Pane, Pizzeria Da Zero), Philly d’Uva e Nicola Attianese (Resilienza) e Giovanna Voria (Agriturismo Corbella), e lo showcooking dello chef Matteo Sangiovanni (I tre Olivi, presidente Team Costa del Cilento).

E ancora, citiamo il laboratorio creativo sull’antica ceramica cilentana, i laboratori di cucina in riva al mare “I fusilli cilentani” e “I cavatelli del Cilento”, le escursioni guidate al Pozzo dell’Uva Nera tra le erbe e le piante della Dieta mediterranea, le Lecturae Dantis, la rassegna cinematografica “Clorofilla Film Festival” e tante altre attività.

Anche quest’anno la manifestazione si chiuderà con la storica sagra del Pesce Azzurro, in programma dal 31 agosto al 2 settembre sul lungomare di Pioppi.

Visitato 303 volte, 3 Visite di oggi

Postato in Musei