Castello dei Principi Sanseverino – Castello Macchiaroli

Via Gaetano Amalfi, 84039, Teggiano

Il Castello è sorto in epoca normanna in seguito al processo di incastellamento degli antichi abitati in atti in tutta Europa, il Castello di Teggiano è fra i più importanti dell’Italia meridionale.

Nei primi anni del Quattrocento, quando Diano era stata incamerata nel demanio regio per la cacciata dei suoi feudatari, i Sanseverino, conti di Marsico, il Re di Napoli Ladislao di Durazzo dispose un primo restauro del Castello, ordinando che alle spese occorrenti contribuissero tutti i paesi del Vallo di Diano.

Un altro restauro è documentato nel 1417, disposto questa volta dai Sanseverino, ai quali si deve perciò l’ampliamento della costruzione che fece assumere al Castello quell’aspetto monumentale che notiamo ancora oggi.

Il Castello è citato nella storia del Regno di Napoli per due fatti memorabili avvenuti in esso:

– la Congiura dei Baroni contro il Re Ferdinando I° d’Aragona.

Nel 1485, sotto la guida del Principe Antonello Sanseverino, i Baroni della zona, stanchi di contribuire in maniera sempre crescente alle spese militari del Re, si ribellarono riunendosi a Diano.

– l’Assedio di Diano del 1497.

Nel secondo decennio il Castello fu restaurato da un altro dei suoi proprietari : il Marchese Giovanni Villani. Tale restauro è ricordato da una lapide posta all’ingresso principale. Al 1660 circa risale una descrizione fatta da uno storico teggianese, padre Luca Mannelli, il quale dice che la costruzione è circondata da “profondo e largo fosso sì che vi s’entra per due ponti, uno dei quali più vicino alla porta, nell’occorrenza si alza la notte.

La fabbrica è molto larga e soda, con otto grandi torri, una delle quali è il maschio dell’antica fortezza di Ladislao, rinchiuso, mentre un’altra chiamata torre della lumaca, alta il doppio delle altre per scoprire il nemico”.

Il Mannelli dice infine che il Castello di Diano è giudicato “inespugnabile“.

Il Castello dal 1860 è chiamato Castello Macchiaroli, in onore della famiglia tuttora proprietaria.

1497: Assedio di Diano

23 settembre 2017

PROSSIMO APPUNTAMENTO 
23-24 settembre (ore 19.00 – 20.30 – 22.00)

L’assedio di Diano, oggi Teggiano, è uno degli eventi storici più avvincenti che la Storia ci abbia tramandato: è in questo piccolo centro infatti che Antonello Sanseverino, il potentissimo principe di Salerno dalla personalità affascinante e dall’indole ribelle, erse il suo ultimo strenuo baluardo difensivo nella lotta con il re di Napoli Federico d’Aragona.

Una produzione: Il Demiurgo srls

Drammaturgia: Francescoantonio Nappi
Regia: Francescoantonio Nappi e Andrea Cioffi

Personaggi ed interpreti:
Antonello Sanseverino: Franco Nappi
Costanza Montefeltro: Chiara Di Bernardo
Francesco: Davide Mazzella
Pietro: Angelo Sepe
Girolamo Sansevrino / Capitano Virenque : Alessandro Balletta

Per INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI 
3313169215 – info.demiurgo@gmail.com

Visitato 318 volte, 1 Visit today

Postato in Monumenti