Cappella di Santa Caterina d’Alessandria o del Crocifisso

Piazza Santa Caterina, 84078, Vallo della Lucania, SA, Italia

09:00-12:00 16:00-19:00

La Cappella di Santa Caterina d’Alessandria sorge in una costruzione nata nel 1626 come convento di clarisse, voluto dall’Università di Vallo e da famiglie illustri del paese, che contribuirono anche a finanziarne i lavori.

Nel 1684, il vescovo mons. De Pace, in visita a Vallo, avendo trovato l’opera ancora incompiuta, concede sussidi per vederla presto ultimata, e la dota di pregevoli quadri ed opere d’arte. Nel corso della prima metà del ‘700, terminata la costruzione dell’edificio, se ne richiede l’erezione in Conservatorio, e, poco più tardi, il Monastero di Santa Caterina viene affidato alla cura delle suore di Santa Teresa.

La cappella, che rimane l’unico ambiente dell’edificio adibito al culto vanta la presenza di un meraviglioso Crocifisso ligneo, opera di Giacomo Colombo, risalente al 1712, che fu scelta dalla Sovrintendenza ai Beni Culturali per essere esposto alla Mostra Universale di Siviglia nel 1996.

Interessantissime, dal punto di vista artistico, sono le tele del 1500 della scuola napoletana del Criscuolo e del Santacroce, fra cui una mirabile “Deposizione”, e le due tele del pittore Salvatore De Mattia (sindaco di Vallo della Lucania alla fine del 1800), che raffigurano il “Martirio di Santa Lucia” e “L’Assunzione di Maria”.

Nella cappella è custodito un organo, opera di Silverio Carelli, più piccolo, per dimensioni ma non per bellezza, di quello ideato dall’artista per la Cattedrale di S. Pantaleone.

Visitato 501 volte, 1 Visit today

Postato in Chiese e Santuari