Raggio: Chiuso
Raggio:
km Set radius for geolocation
Cerca

L’ Acquedotto Medievale di Salerno si trova nel Centro storico di Salerno, sotto il colle Bonadies ed il suo Castello di Arechi, è stato eretto nel IX secolo per approvvigionare d’acqua il monastero di San Benedetto, presso le mura orientali.

È costituito da due rami: uno proveniente dalle colline a nord, l’altro dalle alture ad est della città; entrambi si ricongiungevano all’altezza dell’attuale via Arce.

In un primo momento rifornirono solo il monastero benedettino, mentre in seguito ad una diramazione sotterranea permise di rifornire anche il convento della Piantanova, in via Mercanti.

L’acquedotto è stato ribattezzato popolarmente “Ponti del Diavolo” e si raccontava che fosse stato costruito in una sola notte, con l’aiuto dei demoni, dal mago salernitano del XII secolo Pietro Barliario.

La superstizione popolare riteneva, inoltre, che avventurarsi sotto gli archi tra l’imbrunire e l’alba avrebbe portato all’incontro con diavoli o spiriti maligni.

Un’altra leggenda vuole che sotto l’acquedotto si sarebbero incontrati casualmente, in una notte di tempesta, i quattro fondatori della Scuola Medica Salernitana: l’arabo Adela, il greco Ponto, l’ebreo Elino e il latino Salerno.

Leggenda ispirata dal fatto che all’epoca, grazie ai suoi commerci, Salerno era un crocevia di vari popoli, religioni e culture varie.

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Via Arce, Salerno, SA, Italia

GPS:

40.67982008532305, 14.764679677523873

Telefono:

-

Email:

-

Web:

-

Programma il mio itinerario

In Alto

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi