Il Complesso monumentale di Santa Sofia è situato a Salerno in piazza Abate Conforti.

Il convento fu fondato nell’XI secolo dal conte Guaiferio e nel 1100 divenne di proprietà della Badia di Cava de’ Tirreni, fu il primo convento dell’Ordine Benedettino di Salerno dedicato a Santa Sofia, da cui prende il nome.

Nel 1309 divenne sede delle monache benedettine proveniente dal monastero di San Liberatore che vi rimasero fino al 1589, anno in cui si trasferirono nel monastero di San Giorgio.

In seguito il monastero passò ai Gesuiti che vi rimasero fino al 1778, quando Papa Clemente XIV ordinò la soppressione dell’ordine ed affidò la struttura religiosa ai Carmelitani che le dettero la nuova denominazione di Maria Santissima del Carmine.

Nel 1807 per decreto napoleonico il convento fu soppresso e divenne sede del Tribunale Civile e nel 1938 divenne scuola statale.

L’edificio è a croce latina di forma rettangolare con transetto e cappelle laterali. La facciata in stile neoclassico è caratterizzata da un ordine di lesene con capitelli corinzi ed in alto da un timpano triangolare.

Di particolare rilevanza è la scala d’ingresso sdoppiata in due rampe curvilinee che avvolgono una rotonda centrale.

Oggi l’ampio edificio è stato ristrutturato e aperto al pubblico in occasione di importanti mostre ed eventi.

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Largo Conforti Abate, 84125, Salerno, SA, Italia

GPS:

40.6808897, 14.758293500000036

Telefono:

-

Email:

-

Web:

-

Programma il mio itinerario