Raggio: Chiuso
Raggio:
km Set radius for geolocation
Cerca




La Torre di Chiunzi si trova a 700 mt sul livello del mare, tra la confluenza fra la strada che conduce a Maiori e quindi verso la costa, e la strada che conduce a Ravello. Si trova sull’unico valico naturale che nei secoli ha messo in comunicazione la zona costiera con l’entroterra, permettendo antichi scambi commerciali.

Al di sopra del valico, sul lato occidentale, fu costruita la torre di difesa e tra il valico e la torre furono costruiti i fortilizi. Come la Rocca di S. Maria La Nova (oggi sede del cimitero), anche la Torre di Chiunzi fu fatta costruire dal Principe Raimondo del Balzo Orsini (conte palatino di Nola e di Sarno, maestro giustiziere del Regno, principe di Salerno e duca di Amalfi) da lui ordinati con diploma del 10 agosto 1453, alla cui morte (1459) i lavori per il proseguimento della costruzione furono continuati per ordine della Principessa Eleonora d’Aragona, nel 1459, come appare da un documento riportato dallo storico Camera.

Nel corso di oltre quattro secoli la Torre fu spettatore di tante vicende e guerre. E fu anche passaggio obbligato per chi doveva recarsi verso l’Agro Nocerino, venne applicato il diritto di passaggio o pedaggio o “pedatico”, preteso da Antonia e Margherita Sanseverino, contesse di Montoro, “ma non sappiamo con quale titolo” come ribadisce il Camera.

Di proprietà della famiglia Ermenelgildo Giordano, è ora sede operativa dell’Associazione Costiera amalfitana Riserva della Biosfera.

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Valico di Chiunzi SP2b 84010 Sant'Egidio del Monte Albino SA

GPS:

40.71847893510824, 14.619435528835993

Telefono:

-

Email:

-

Web:

-

Programma il mio itinerario

In Alto

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi